Villa Bosniaski e l'Eremo della Spelonca

domenica 20 settembre

Villa Bosniaski e l'Eremo della Spelonca


VILLA BOSNIASKI E L’EREMO DELLA SPELONCA


 in collaborazione con Capaerrante!

Domenica 20 settembre

PROGRAMMA E DETTAGLI

Primo ritrovo, facoltativo a Fucecchio, piazza Aldo Moro al mattino (l’orario sarà poi comunicato direttamente ai partecipanti; lo spostamento avverrà con mezzi propri). Arrivo a San Giuliano Terme (PI) secondo ritrovo - obbligatorio - del gruppo ed inizio del percorso.
Partendo da San Giuliano Terme (PI) ci inerpicheremo tra uliveti che da secoli scrutano la torre pendente e l’Isola Gorgona fino a raggiungere l’affascinante rudere di Villa Bosniaski. Questa lussuosa abitazione fu fatta costruire a fine ‘800 dal cavalier dottor Sigismondo dei conti Grymala De Bosniasnkj, uomo di cultura polacco, studioso, ricercatore, scienziato che, innamoratosi del Monte Castellare decise di far sorgere la propria dimora nel punto più panoramico e isolato che la fascia pedamontana potesse offrire.Da qui proseguiremo sul versante ovest del Monte Castellare, luogo roccioso con terra arida, dove non crescono gli alberi, ma solo arbusti tipici della macchia mediterranea fino ad arrivare al Passo di Dante, dove anticamente sorgeva la strada che collegava Pisa a Lucca.Dopo essersi immersi in un bosco di castagni, pini e lecci arriveremo finalmente all’Eremo della Spelonca, che trae il nome dalla grotta naturale che sia apre nella roccia sul retro di una cappellina, fondato dagli Eremiti Neri verso la fine del XII secolo.Ed è proprio qui che ci riposeremo all’ombra del bosco secolare e assisterete all’attività preferita dei radiCanti: cantare in natura!
Un posto incantevole, sconosciuto ai più, che vi lascerà letteralmente a bocca aperta.

DIFFICOLTA’: Media-Facile.(Stabilire il livello di un percorso è sempre molto difficile perché si tratta di un fattore molto soggettivo e dipendente da troppi elementi.  Questo percorso non presenta particolari difficoltà, tuttavia la pendenza di alcuni punti e il fondo sassoso di alcuni tratti per alcuni potrebbero essere motivo di qualche criticità (ma la guida c’è anche per questo!). Se una persona non presenta particolari problemi fisici il percorso è fattibilissimo!

LUNGHEZZA PERCORSO: c.ca 8 km, DISLIVELLO: poco meno di 400 metri

EQUIPAGGIAMENTO: è OBBLIGATORIO l’utilizzo di scarponcini da trekking (meglio se alti) data la pendenza di alcuni punti e il fondo del sentiero particolarmente sconnesso in alcuni tratti o. Chi si presenterà con calzature inadeguate non sarà ammesso all’escursione. Portare anche acqua. Consigliato l’utilizzo di bastoncini.
Tutte le informazioni precise e il regolamento sarà fornito al momento della prenotazione.

Prenotazioni obbligatorie entro e non oltre il 5 settembre ai seguenti recapiti
info@itermentis.it    tel.3281289087


DETTAGLI:L’iniziativa avrà luogo per almeno 12 persone. Il contributo di partecipazione richiesto è di euro 20 a persona. Il contributo comprende le spese organizzative, l’ accompagnamento, la visita guidata ai luoghi in programma. Il contributo non comprende: viaggio, pasti, extra e tutto quanto non presente nella voce ‘il contributo comprende.’ L'iniziativa è aperta a tutti ma rivolta ai soci Iter Mentis. Si intendono 'Soci' coloro che sono già in possesso della tessera derivante dalla partecipazione alle attività associative (validità 1 anno dalla data di iscrizione). Per nuove adesioni/rinnovi si prega di contattare la segreteria. 

Back to Top